• Italiano
  • English
  • pecorino romano dop

    Descrizione

    Formaggio da tavola e da grattugia, crosta bianca o cappata nera, pasta semicotta di colore bianco compatta o con minute occhiature. Formaggio pecorino a pasta dura sapido e dal sapore forte, intenso e aromatico, tendente al piccante con il progredire della stagionatura. Su tutto lo scalzo è incisa la scritta PECORINO ROMANO, il logo istituzionale, il numero di casello, il mese e l'anno di produzione.

    Scarica dati tecnici

    Scheda del Formaggio

    Il re

    dei pecorini

    custode

    della nostra secolare

    tradizione

    casearia



    Origini

    Si chiama Romano, ma è fatto soprattutto (per il 95%) in Sardegna . La sua storia risale all'epoca dell'Impero Romano: fondamento dell'alimentazione dei legionari, fu introdotto nell'isola all'indomani della prima guerra punica. Gli imprenditori romani notarono l'ambiente ideale della Sardegna dove cominciarono la valorizzazione delle due risorse caratteristiche dell'isola: il pascolo e la pecora
    Stagionatura
    Almeno 5 mesi per il consumo da tavola e 8 mesi per grattugia
    Modalità di conservazione
    Il prodotto mantiene le sue caratteristiche ottimali (chimico-fisiche, microbiologiche ed organolettiche) se mantenuto in confezione integra alla temperatura di +4°/+8°C.
    Abbinamenti
    Per esaltarne il gusto è preferibile abbinare vini importanti e corposi, come Brunello di Montalcino, Cannonau di Sardegna o Carignano del Sulcis Rosso
    Degustazione
    Può essere degustato da solo, a inizio o fine pasto; un ingrediente insostituibile in molti piatti regionali tipici
    Taglio
    Coltello a lama rigida di 30 cm circa
    Valori nutrizionali medi per 100 gr
    Energia 384 Kcal = 1.607 Kj
    Grassi 32 g
    Grassi saturi 18 g
    Carboidrati <1 g
    Zuccheri 0 g
    Proteine 24 g
    Sale 5 g

    TopArrow